Chinese 4 Kids: Formazione Linguistica fin dalla Scuola Primaria

Chinese4Kids è il programma di Asian Studies Group volto ad incentivare nei ragazzi della scuola primaria, l’apprendimento della lingua cinese. Il corso è diviso in 4 annualità + una di preparazione all’acquisizione della certificazione ufficiale YCT e si sviluppa sia in corsi privati che come doposcuola presso istituti scolastici. Il progetto si è consolidato in diverse scuole in tutta Italia e nel corso degli anni ha costruito in tutti i suoi partecipanti le basi necessarie per l’apprendimento del cinese, una lingua che sarà sempre più presente nel mondo del lavoro e della cultura dei nostri giorni.

I primi 3 libri del corso Chinese 4 Kids

Durante il mese di giugno, due giovanissimi studenti Niccolò ed Andrea hanno superato con successo il primo livello di Chinese4Kids, riuscendo così ad ottenere la certificazione Youth Chinese Test (YCT). Il traguardo raggiunto dai due ragazzi è sorprendente, specialmente se consideriamo che in già così tenera sono riusciti ad apprendere una lingua così diversa dall’italiano. 

L’insegnante dei due ragazzi, la Dr. Rosa Lucia Fossella, è stata entusiasta di raccontarci di come si è svolto il corso e di come sia fondamentale che le lingue vengano apprese in età così giovane per facilitarne l’assimilazione. Ciò che l’ha sorpresa maggiormente è stata la curiosità dei ragazzi.

Ed è proprio la loro sete di curiosità che è stata continuamente alimentata attraverso lo svolgimento di esercizi creativi che stimolassero l’immaginazione, al fine di facilitare lo studio e la memorizzazione del lessico e della grammatica. Gli stessi studenti si sono cimentati in una creazione attiva di significati e collegamenti mentali per facilitare la memorizzazione di ideogrammi e parole. Ovviamente la disciplina dei ragazzi di questa età è ancora in fase di formazione, pertanto la loro attenzione veniva continuamente catturata attraverso esercizi che oltre a fungere da elemento educativo fossero anche d’intrattenimento.

Il drago protagonista delle storie nei volumi del corso Chinese4Kids di ASG

Asian Studies Group ha voluto chiedere ai genitori dei due ragazzi, e in particolare al padre Stefano, le motivazioni che li hanno spinti a supportare e stimolare lo studio, nei propri figli, di una lingua così complessa e culturalmente distante.

Cosa l’ha spinta a far avvicinare i suoi figli, in così tenera età all’apprendimento della lingua cinese? 

Con mia moglie abbiamo innanzitutto pensato al mondo in cui vivranno fra 10-15 anni. La Cina sarà una realtà trainante nell’economia e nella scienza & tecnologia globali, impararne la lingua ci sembra un investimento fondamentale per disporre di un’importante chiave di connessione. Inoltre, tenendo conto che sono ragazzi in età evolutiva, abbiamo voluto regalare loro l’esperienza di confrontarsi e contaminarsi con una cultura completamente diversa da quella di nascita.

Che cosa ha notato nei ragazzi durante lo studio di questa lingua?

All’inizio, quando abbiamo condiviso con loro l’importanza di intraprendere insieme questa esperienza, erano sorpresi e un po’ titubanti come quando si compie un viaggio verso l’ignoto. Alla loro età, simboli e suoni strani ed indecifrabili uniti alla distanza geografica, culturale e psicologica da questo mondo, possono generare disorientamento. Col passare del tempo, mese dopo mese, quando si sono accorti, magari al ristorante o ad una mostra, di riuscire a riconoscere un simbolo, una frase, hanno avvertito che quello che gli sembrava ‘un altro mondo’ era diventato in realtà più vicino, familiare.

Niccolò e Andrea hanno superato l’esame per l’ottenimento della certificazione YCT di primo livello, come hanno vissuto l’esame e come hanno reagito all’esito positivo di questo traguardo?

Come in ogni prova c’è stata un po’ di ansia pre-esame, si sono tranquillizzati quando hanno percepito che l’esame fosse adeguato alle conoscenze di cui disponevano. Mi è sembrato che abbiano atteso i risultati con autentica curiosità e siano stati davvero felici di aver passato la prova.

Gli stessi fruitori del corso, Niccolà e Andrea, hanno affermato di essersi divertiti nell’affrontare lo studio di una lingua che ritenevano esterna alle proprie possibili esperienze didattiche. Inoltre, il loro traguardo nel raggiungimento della certificazione YCT li ha spinti a voler intraprendere il prima possibile un viaggio in Cina al fine di mettere alla prova la propria conoscenza linguistica.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...